Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Nave Diociotti, il cardinale Montenegro: “Comunità europea che di comunità ha poco”

Nave Diociotti, il cardinale Montenegro: “Comunità europea che di comunità ha poco”

“Credo che l’Europa non ci sia. La somma di tanti egoismi non fa comunità. Il dare agli altri il peso di affrontare problemi che son di tutti non è trovare soluzioni. Stiamo dimostrando un’Europa un po’ vile che non vuole guardare la realtà e si preoccupa solo dei propri interessi”. L’arcivescovo di Agrigento, cardinale Francesco Montenegro, a Tgcom24 non ha usato mezzi termini sul caso della Nave Diciotti, ormeggiata al porto di Catania con 170 persone a bordo.

“Non capisco una politica gradata o che fa il braccio di ferro e una comunità europea che di comunità ha poco – ha aggiunto -. Sono anche sconcertato perché vedere degli uomini trattati come cose, come oggetti, come pacchi parcheggiati su una nave, che devono subire continuamente altre sofferenze, mi fa venire un’altra preoccupazione: quale sarà il nostro futuro? Se non riusciamo più a creare una convivenza più umana, un’accoglienza che, condivisa con gli altri Stati, permetta a questi uomini di avere una vista più serena, noi ci troveremo in grosse difficoltà”.

Il pastore della Chiesa agrigentina parla di “un modo di non voler affrontare un problema, quello di voler dimostrare una forza che in effetti non c’è, perché credo che nessuno riuscirà a fermare la storia come nessuno riesce a fermare il vento”. “Queste gente ha voglia di vivere e noi stiamo dicendo che loro non hanno il diritto di farlo. Se ritornano indietro e si mettono a mendicare muoiono o finiscono in carcere e muoiono o finiscono nel deserto e muoiono. Questa gente è già morta mentre per noi diventa una liberazione e non ci interessa come andrà a finire”.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su