Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Sofia Tedesco non ce l’ha fatta, prelevati gli organi: fegato, reni e cornee

Sofia Tedesco non ce l’ha fatta, prelevati gli organi: fegato, reni e cornee

Non ce l’ha fatta Sofia Tedesco, la sedicenne, di Agrigento, residente a Cannatello, scaraventata a terra da un’auto pirata, la notte tra l’8 e il 9 agosto, mentre si trovava in sella ad uno scooter. La ragazza con la passione del ballo, è deceduta  questa notte alle 3, dopo due settimane di coma, trascorsi nel reparto di Rianimazione dell’ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta.

La situazione è precipitata, ieri pomeriggio, quando è iniziata la procedura per l’accertamento della morte cerebrale della giovanissima paziente. Diagnosticata la morte cerebrale, i familiari hanno dato il consenso all’espianto degli organi. Un grandissimo gesto di generosità quello della famiglia della sedicenne.

All’alba l’equipe medica dell’ospedale nisseno, in collaborazione con i sanitari dell’Ismett di Palermo, sono entrati in sala operatoria ed hanno proceduto al prelievo di alcuni organi: il fegato, i reni e le cornee.

L’incidente stradale, come si ricorda è accaduto in contrada “Crocca”, poco prima dell’ingresso per l’abitato di Favara. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri della Tenenza di Favara, ancora oggi impegnati nelle ricerche del “pirata” della strada, una Honda Sh, su cui viaggiava Sofia, come passeggera, e con alla guida un amico di 17 anni, è stata urtata da una utilitaria, con uno o più persone a bordo.

L’impatto è stato violento, tant’è che i due ragazzi sono letteralmente “volati” dalla sella, per impattare rovinosamente sul selciato. Ad avere la peggio è stata propria Sofia, la quale nella caduta, ha battuto la testa sull’asfalto.

Il conducente della vettura, non si è fermato per prestare i soccorsi, ed ha preferito allontanarsi precipitosamente dalla zona. i Carabinieri, che portano aventi le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno recuperato alcuni pezzi di una Fiat Punto, e da giorni danno la “caccia” al pirata della strada.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su