Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Riconosciuti colpevoli devono espiare la pena. Tre arresti nell’agrigentino

Riconosciuti colpevoli devono espiare la pena. Tre arresti nell’agrigentino

Tre arresti della polizia di Stato, in altrettanti comuni della Provincia di Agrigento, per espiazioni pena. I poliziotti del Commissariato di Pubblica sicurezza di Licata, hanno dato esecuzione all’ordinanza agli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Palermo, nei confronti di G.S., 45 anni, licatese, disoccupato, dovendo lo stesso scontare la pena di 4 mesi di reclusione, in quanto riconosciuto colpevole, con sentenza del Gip del Tribunale di Agrigento del reato di trasporto di rifiuti speciali non pericolosi.

A Palma di Montechiaro, gli agenti del locale Commissariato, hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura alternativa della detenzione domiciliare, emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Palermo a carico di G.V., 73 anni, palmese, pensionato, dovendo lo stesso scontare la pena di 1 anno e  4 mesi di reclusione, in quanto riconosciuto responsabile del reato di calunnia.

A Porto Empedocle, il personale del Commissariato “Frontiera” ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura alternativa della detenzione domiciliare, emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Palermo a carico di S.D., 40 anni, empedoclino, dovendo lo stesso espiare la pena di 1 anno e 6 mesi di reclusione, in quanto riconosciuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su