Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, tentò di rapinare benzinaio. Acciuffato l’autore del mancato colpo

Canicattì, tentò di rapinare benzinaio. Acciuffato l’autore del mancato colpo

I poliziotti del Commissariato di Canicattì, guidati dal vice questore Cesare Castelli, al termine di alcune indagini, hanno individuato e arrestato l’autore della tentata rapina, avvenuta nel mese di gennaio scorso, ai danni di un gestore di un rifornimento di carburanti, in territorio canicattinese.

In manette è finito Angelo Sferrazza, 30 anni, di Canicattì, a cui è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare dal Gip del Tribunale di Agrigento, che ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Sferrazza è in atto sottoposto ad analoga misura cautelare, presso un altro centro, per un ulteriore procedimento penale.

Per la tentata rapina di Canicattì, avrebbe agito con il volto travisato da una calzamaglia, e puntando un coltello all’esercente, gli aveva intimato di consegnare l’intero incasso dell’attività commerciale, ricevendone un deciso rifiuto.
A quel punto il giovane rapinatore, coadiuvato da un complice, ancora ignoto, che sarebbe rimasto a fare da “palo”, si era dato a precipitosa fuga.

Fuga terminata dopo poco tempo, poiché rintracciato e fermato da una pattuglia in servizio di Volante. La successiva attività di Polizia giudiziaria ha permesso di acclarare la responsabilità penale a carico del canicattinese, che, pienamente condivisa dalla Procura della Repubblica di Agrigento, è scaturita con la misura cautelare.

Al trentenne, oltre il reato di tentata rapina aggravata con recidiva, reiterata, specifica infraquinquennale, sono stati contestati anche i reati di porto illegale in luogo pubblico di coltello e resistenza aggravata a Pubblico ufficiale, anch’esso commesso con recidiva.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su