Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Favara, tentato omicidio di empedoclino in Belgio: arrestati 29enne e il cognato

Favara, tentato omicidio di empedoclino in Belgio: arrestati 29enne e il cognato

I poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento, coordinati dal dirigente Giovanni Minardi,  hanno arrestato Gerlando Russotto, ventinovenne disoccupato, di Favara (difeso dall’avvocato Salvatore Cusumano). E’ accusato del tentato omicidio del ristoratore di Porto Empedocle, Saverio Sacco, verificatosi il 28 aprile del 2017 a Liegi, in Belgio.

Data esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, firmata dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, dietro richiesta del procuratore aggiunto Salvatore Vella. A raccontare come si sarebbero svolti i fatti, a Liegi, è stato un nuovo collaboratore di giustizia: il quarantenne agrigentino Mario Rizzo, che si sarebbe autoaccusato del mancato delitto ed ha avrebbe fatto i nomi di altre persone.

Uno sarebbe proprio il favarese Russotto, l’altro l’empedoclino Salvatore Prestia, 37 anni, detto “Pollicino”, cognato di Fabrizio Messina, già arrestato dalla Squadra Mobile di Agrigento, ma poi venne scarcerato. Ora con le dichiarazioni del presunto pentito sarebbe stata fatta luce sulla vicenda. Russotto e Rizzo sono cognati.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su