Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Lotta al caporalato nell’Agrigentino, scoperti 4 lavoratori in nero

Lotta al caporalato nell’Agrigentino, scoperti 4 lavoratori in nero

Quattro persone scoperte a lavorare in nero, e multe per oltre ventimila mila euro elevate ai proprietari di tre aziende agricole. E’ il bilancio di un’altra operazione portata a termine dal personale della Squadra Mobile della Questura di Agrigento, nell’ambito del contrasto al caporalato.

I quattro braccianti agricoli, sono tutti stranieri, due rumeni, un nordafricano e un giovane dell’Africa sub sahariana, che sarebbero stati impiegati senza alcun contratto di lavoro in vigneti di Campobello di Licata, Palma di Montechiaro e Licata.

Nei giorni scorsi, con l’avvio della raccolta dell’uva, nell’ambito di un piano di servizi finalizzati alla prevenzione e repressione del fenomeno del lavoro nero, nel settore dell’agricoltura, è scattata un’operazione di contrasto al fenomeno del caporalato, realizzata dalla Squadra Mobile.

Gli investigatori hanno concluso le operazioni di ispezione presso 6 imprese agricole e vitivinicole, contestando la presenza di 4 braccianti agricoli, sprovvisti di un regolare contratto di assunzione. Al termine degli accertamenti, nei confronti dei titolari di tre ditte sono state elevate sanzioni amministrative.

 

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su