Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Mafia, tentata estorsione a un imprenditore. Chiesto processo per 4 favaresi

Mafia, tentata estorsione a un imprenditore. Chiesto processo per 4 favaresi

Volevano 20 mila euro, a titolo di “messa a posto”, da un imprenditore,  aggiudicatario dei lavori di manutenzione straordinaria della pavimentazione stradale, di Lampedusa. Per questa vicenda il Pubblico ministero della Dda di Catania, Valentina Sincero, ha chiesto il rinvio a giudizio di quattro agrigentini, tutti coinvolti nell’inchiesta antimafia “Montagna”, tra cui il collaboratore di giustizia Giuseppe Quaranta, e di due presunti esponenti di Cosa Nostra della provincia di Ragusa, accusati di estorsione in concorso, aggravata dal metodo mafioso.

Sul banco degli imputati, oltre al favarese Quaranta (difeso dall’avvocato Gloria Lupo), siedono: Giuseppe Blando, 54 anni, di Favara, arrestato, poi tornato in libertà (difeso dagli avvocati Maria Alba Nicotra e Rosalia Palumbo Piccionello); Pasquale Fanara, 57 anni, di Favara, attualmente detenuto nel carcere di Voghera, (difeso dagli avvocati Domenico Russello e Giuseppe Oddo); Gerlando Valenti, 46 anni, di Favara, attualmente detenuto nel carcere di Caltanissetta, (difeso dall’avvocato Angela Porcello); Carmelo Battaglia, 42 anni, di Comiso, attualmente detenuto in carcere (difeso dagli avvocati Alberto Agatino Finocchiaro e Carmela Manenti); Concetto Errigo, 57 anni, di Ragusa, residente a Comiso, attualmente sottoposto agli arresti domiciliari, (dall’avvocato Biagio Maurizio Catalano).

I due ragusani, così come il pentito Quaranta, sono coinvolti anche nell’inchiesta “Proelio” della Dda etnea. L’udienza preliminare è fissata per il 21 settembre prossimo, dinnanzi al Gup del Tribunale di Catania, Giancarlo Cascino. La vicenda è relativa all’appalto relativo ai lavori di manutenzione straordinaria sulla pavimentazione stradale dell’isola di Lampedusa, finanziato dalla Regione Siciliana – Assessorato dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità il 18 luglio 2013, per un importo complessivo di 1.420.000 euro ed aggiudicato da un’impresa, con sede a Prizzi, di cui è amministratore un imprenditore di Vittoria.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su