Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, manifestazione per la “Maria Burgio Corsello” assenti le istituzioni del comune. Ma l’assessore ai servizi sociali che fa???

Canicattì, manifestazione per la “Maria Burgio Corsello” assenti le istituzioni del comune. Ma l’assessore ai servizi sociali che fa???

Ex amministratori, consiglieri comunali, semplici cittadini questa mattina si sono dati appuntamento in via Menfi presso la sede dell’Ipab Maria Burgio Corsello,per protestare contro la chiusura della struttura. Tutti si sono detti indignati per un provvedimento quello adottato dal commissario straordinario di cancellare un pezzo di storia della città. Gli ospiti sono stati trasferiti in altre strutture. “Credo- ha detto l’ex Presidente del Cda, l’avvocato Giovanni Salvaggio, che l’amministrazione comunale non abbia letto il regolamento della Burgio Corsello. Infatti, – ha aggiunto- prevede che se la struttura fosse chiusa i debiti graverebbero sulle casse del comune ed il personale dipendente passerebbe nei ruoli dell’ente. Ma c’è di più. – ha aggiunto l’ex presidente- bisogna capire chi ha prodotto tutto questo sfacelo per questo motivo invito la Guardia di Finanza ad effettuare una verifica sui bilanci e sui provvedimenti che sono stati adottati negli anni all’interno dell’istituto dai commissari straordinari e dai consigli di amministrazione che si sono succeduti alla guida”. Strana la mancata partecipazione dell’amministrazione comunale ed in particolare dell’assessore alla solidarietà sociale Davide Lalicata. Tutti, inspiegabilmente assenti, quasi il problema non li interessasse. Ed intanto, un altro pezzo di storia canicattinese è stata cancellata.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su