Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Questura di Agrigento, applicati 21 avvisi orali

Questura di Agrigento, applicati 21 avvisi orali

Notificati 21 “avvisi orali”, ad altrettanti soggetti, ritenuti pericolosi per la sicurezza pubblica, applicati dall’Ufficio Prevenzione della Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Agrigento. I provvedimenti di competenza del Questore di Agrigento, Maurizio Auriemma, avvisano gli interessati “dell’esistenza di indizi precisi sulla loro condotta illecita, e li ha invitati a tenere un comportamento conforme alla legge”.

Gli avvisi orali riguardano: C.C., 33 anni, di Porto Empedocle (già noto per i reati di ingiuria, molestia, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, lesioni personali, violenza privata);
S.S., 27 anni, di Porto Empedocle (detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti);
B.M., 21 anni, di Sciacca (furto aggravato, lesioni personali, minaccia aggravata, possesso di chiavi alterate, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti);
G.F., 52 anni, di Menfi (danneggiamento, maltrattamenti in famiglia, violenza privata, minaccia, lesioni personali, furto);
M.L., 23 anni, di Menfi (detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale);
G.G., 40 anni, di Canicattì (ricettazione, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti);
C.M.S., 56 anni, di San Giovanni Gemini (emissione assegni a vuoto, reati finanziari, associazione per delinquere);
M.G., 62 anni, di Cammarata (associazione a delinquere, furto aggravato);
M.A., 29 anni, di Cammarata (porto di armi od oggetti atti ad offendere, furto aggravato, associazione a delinquere);
L.M.V., 62 anni, di Casteltermini (resistenza a pubblico ufficiale, detenzione e porto abusivo di armi e munizioni, furto aggravato, minaccia, danneggiamento);
M.G., 81 anni, di Campobello di Licata (danneggiamento, traffico di armi e munizioni da guerra, ingiuria, minaccia, diffamazione);
C.A., 23 anni, di Licata (omicidio e rissa);
S.S., 65 anni, di Cianciana (minaccia, furto, appropriazione indebita, detenzione abusiva di armi, ricettazione);
B.C.R., 47 anni, di San Biagio Platani (resistenza a pubblico ufficiale, minaccia, lesioni, furto aggravato, porto di armi atti ad offendere, violazione di domicilio, lesioni personali aggravate, ingiuria);
C.L.G., 24 anni, di Campobello di Licata (furto aggravato, minaccia, lesioni personali, spendita di monete falsificate);
P.N., 28 anni, di Favara (truffa, minaccia, ingiuria, ricettazione);
S.G.R., 26 anni, di Canicattì (furto aggravato, ricettazione);
R.S., 30 anni, di Licata (danneggiamento, furto, invasione di terreni o edifici);
S.A., 72 anni, di Campobello di Licata (disturbo della quiete pubblica, maltrattamenti, minaccia, ingiuria, diffamazione, violazione di domicilio, atti persecutori);
G.I., 43 anni, di Siculiana (violenza privata, minaccia, percosse, appropriazione indebita).

Avvisi orali anche a 4 soggetti ritenuti pericolosi per la sicurezza pubblica, dopo i fatti accaduti il 17 luglio scorso in Agrigento.
In particolare, sono stati applicati i seguenti provvedimenti a carico di: M.A, 28 anni, di Agrigento (con precedenti per danneggiamento, violenza e minaccia a pubblico ufficiale e invasione di terreni);
S.C., 51 anni, di Agrigento (favoreggiamento personale, furto, emissione assegni a vuoto, lesioni personali e  resistenza a un pubblico ufficiale);
P.C., 35 anni, di Agrigento (favoreggiamento personale, invasione di terreni e interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità);
S.S., 31 anni, di Agrigento (favoreggiamento personale, violenza e minaccia a P.U., rissa, invasione di terreni, lesioni personali e resistenza a un pubblico ufficiale).

 

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su