Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Favara, aveva un arsenale: infermiere torna in carcere

Favara, aveva un arsenale: infermiere torna in carcere

E’ stato arrestato e rinchiuso nuovamente in carcere l’infermiere favarese Amedeo Caruana, di 56 anni, trovato con un vero e proprio arsenale. L’uomo, nel febbraio scorso, dopo avere trascorso otto mesi in cella, era stato posto agli arresti domiciliari, per decisione del Gip del Tribunale di Palermo, Fabrizio Molinari, poiché le esigenze cautelari si erano “affievolite, sebbene non del tutto cessate”.

Avverso a quella decisione i giudici della Dda di Palermo, hanno proposto ricorso. Ricorso, ora, accolto dalla Cassazione. Quindi, da li a poco, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Agrigento, hanno arrestato il favarese, notificandogli l’ordine di cattura, emesso dal Tribunale di Palermo.

Caruana è stato accompagnato nella Casa circondariale “Pasquale Di Lorenzo”, di contrada “Petrusa”.

Nelle perquisizioni, nel giugno dell’anno scorso, durate oltre 12 ore, – nella casa del paese e in quella di campagna – di Amedeo Caruana, vennero trovate: bombe a mano, una granata, 8 mila cartucce, tre mitragliette, quattro pistole di vario calibro, un moschetto calibro 9, due carabine, decine di silenziatori per pistola e mitragliette, vari strumenti per l’alterazione delle armi, una maschera antigas, un giubbotto antiproiettile, e numerosi accessori per armi.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su