Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Campobello di Licata > Campobello, tolti i cassonetti: intensificati i controlli della polizia municipale contro gli “sporcaccioni”

Campobello, tolti i cassonetti: intensificati i controlli della polizia municipale contro gli “sporcaccioni”

Da ieri mattina sono stati tutti rimossi  i cassonetti per la spazzatura sparsi per Campobello di Licata. Lo rende noto il sindaco Giovanni Picone, il quale invita i cittadini ad “adeguarsi scrupolosamente alla nuova tipologia di raccolta dei rifiuti differenziandoli correttamente”. Saranno ancora utilizzabili, invece, i contenitori per gli indumenti usati, le pile esauste e i medicinali scaduti che si trovano in paese. Picone ricorda che il pattume non va lasciato nei posti dove si trovavano i cassoni e avverte: “Ogni violazione comporterà l’applicazione di sanzioni amministrative pecunarie, qualora gli atti compiuti non riguardino violazioni al codice penale”. Intanto, da ieri in paese sono partiti i controlli da parte degli agenti della polizia municipale per cercare di evitare che si registrino la formazione di discariche in quei luoghi dove vi erano i cassonetti della raccolta dei rifiuti,.“ Abbiamo deciso di intensificare i controlli – ha detto il sindaco Gianni Picone – perché l’amministrazione comunale non vuole che dopo aver tolto i cassonetti dalle strade si registri un’abbandono indiscriminato di qualsiasi materiale per le vie della città.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su