Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Campobello di Licata, tangente a ditta per continuare a lavorare. Condannato dirigente comunale

Campobello di Licata, tangente a ditta per continuare a lavorare. Condannato dirigente comunale

Complessivi 4 anni e 8 mesi di reclusione (la stessa richiesta dal pm Paola Vetro) è la pena inflitta del Gup del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, all’ex dirigente dell’Ufficio Ambiente del Comune di Campobello di Licata, Giuseppe Nigro, quarantottenne, campobellese. Nigro, giudicato con il rito abbreviato, è stato condannato anche a quattro anni di interdizione dai pubblici uffici.

L’altro indagato nella vicenda, Francesco La Mendola, 48 anni, di Campobello di Licata, funzionario dello stesso Comune, aveva patteggiato la pena a 2 anni e 8 mesi di reclusione, e un anno di interdizione dai pubblici uffici.

La Mendola è accusato di concussione, Nigro di concussione in concorso, per avere chiesto una tangente ad una ditta di Licata, che si occupa di bonifica ambientale, in modo di agevolare il pagamento di una fattura e potere continuare a lavorare per conto del Comune di Campobello di Licata.

Tutto quanto è partito dalla denuncia presentata da due imprenditori licatesi, titolari della ditta, con sede in contrada “Bugiades”, a Licata.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su