Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Campobello di Licata > Campobello di Licata, trovato con una pistola. Arrestato cugino del boss Falsone

Campobello di Licata, trovato con una pistola. Arrestato cugino del boss Falsone

Sorpreso con una pistola calibro 38, con matricola abrasa, detenuta illegalmente, e con un caricatore di proiettili, di diverso calibro dell’arma da sparo.
A finire nei guai il quarantenne campobellese, Giuseppe Puleri, cugino dell’ex capomafia Giuseppe Falsone.

L’uomo è stato arrestato, stanotte dai carabinieri della Stazione di Campobello di Licata. Tutto quanto è scaturito nel corso di una perquisizione domiciliare.
Puleri, in passato, è stato coinvolto nell’inchiesta antimafia “Ghost”, e con lui il compaesano Angelo Gioacchino

Middioni, recentemente condannato a 12 anni di reclusione, e poi arrestato e rinchiuso in carcere.
Era ritenuto uno dei fiancheggiatori di Falsone, allora boss latitante, ma venne assolto in ogni grado di giudizio, e risarcito per ingiusta detenzione.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su