Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, scoppia una rissa tra detenuti. Assistente capo della penitenziaria preso a pugni

Agrigento, scoppia una rissa tra detenuti. Assistente capo della penitenziaria preso a pugni

Nel tentativo di sedare una rissa, scoppiata all’interno del carcere di Agrigento, un assistente capo della Polizia penitenziaria, è stato colpito al volto con due violenti pugni, da un detenuto. Per fortuna l’agente non avrebbe riportato gravi conseguenze.

L’episodio è avvenuto, durante l’ora d’aria, nel reparto detentivo. Protagonisti alcuni detenuti, tutti di nazionalità italiana, che sono venuti alla mani. Immediato l’intervento intervento degli agenti di Polizia Penitenziaria per separare i protagonisti. Subito dopo, uno dei partecipanti alla zuffa, ha colpito l’assistente capo.

“Quello che è successo nella Casa circondariale di Agrigento è l’ennesima grave e intollerabile aggressione da parte di detenuti ai danni di alcuni poliziotti penitenziari, ai quali va la nostra solidarietà – affermano Calogero Spinelli e Fabio Casalicchio, dell’organizzazione Fsa Cnpp (Federazione sindacati autonomi, e Coordinamento nazionale di Polizia Penitenziaria) -. Solo grazie agli agenti, i quali  con coraggio e senso di dovere, non hanno esitato ad intervenire, mettendo a rischio la propria incolumità, è stato scongiurato il peggio”.

“Il Cnnp ritiene che, questa situazione sia inaccettabile considerato che, episodi di questo genere, non sono più una novità. Si confida, inoltre, – conclude -, in un incremento di nuove forze”. Da tempo nel carcere di Agrigento, c’è una carenza d’organico.

Pubblicità Lirenas Gas
Pubblicità EuroBet

Articoli Simili

Su