Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, maggioranza assente quasi in massa in consiglio comunale. C’è aria di crisi?

Canicattì, maggioranza assente quasi in massa in consiglio comunale. C’è aria di crisi?

Se non fosse stato per la presenza dei consiglieri d’opposizione il consiglio comunale di Canicattì, ieri sera, non avrebbe potuto approvare il regolamento di toponomastica. Assenze da record per la maggioranza in una seduta che vedeva all’ordine del giorno anche il piano triennale delle opere pubbliche, strumento importante per la città.

Dopo l’approvazione del punto, di quattro debiti fuori bilancio e la bocciatura di altri due, il consigliere di “Canicattì Civica” Mimmo Licata ha chiesto il rinvio dei lavori in modo da spostare la discussione del piano e dare la possibilità alla maggioranza di essere presente, sempre se vorrà esserlo.

Richiesta avvalorata anche dal sindaco Ettore Di Ventura, il quale non ha potuto far altro che prendere coscienza delle tante mancanze del suo gruppo, giustificandosi che di certo erano dovute a “motivi personali”.

Un’epidemia che ha colpito solo la maggioranza? Ironia a parte questo episodio fa riflettere e interrogare su quali possano essere stati i veri motivi che abbiano causato queste assenze in una seduta con quell’ordine del giorno e a tal punto da rinunciare al gettone di presenza. C’è aria di crisi tra PD, Uniti per Canicattì e amministrazione comunale? I prossimi incontri saranno fondamentali per rispondere a questa domanda.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su