Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > L’incidente sul percorso del Giro d’Italia, condizioni sempre gravi per il motociclista

L’incidente sul percorso del Giro d’Italia, condizioni sempre gravi per il motociclista

Il quadro clinico non è mutato, e continua ad essere gravissimo il motociclista travolto al bivio per contrada “Maddalusa”, Leonardo D’Amico, quarantottenne, di Sambuca di Sicilia. L’uomo è in coma farmacologico. I medici della Neurochirurgia  dell’ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta, lo hanno sottoposto a due interventi chirurgici, uno dei quali delicatissimo alla testa per tamponare, e cercare di fermare, l’emorragia cerebrale.

Tanti, invece, i dubbi ancora da sciogliere sulla dinamica dell’incidente stradale, accaduto un’ora prima della partenza da piazza Vittorio Emanuele, della tappa del Giro d’Italia, da Agrigento a Santa Ninfa. Ai domiciliari si trova Gaetano Agozzino, settantenne, di Agrigento, che alla guida della sua Fiat Stilo ha forzato il varco sulla strada statale 640, scaraventando il motociclista sul selciato a diversi metri di distanza.

Anche ieri gli agenti della Polizia Stradale di Agrigento, guidati dal vice questore aggiunto Andrea Giuseppe Morreale, hanno continuato a sentire alcune persone, e stanno cercando semplicemente di accertare chi avesse autorizzato il quarantottenne. Perché questo importante aspetto della vicenda, appunto, non risulterebbe essere chiaro.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su