Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Distretto di Canicattì, 3 progetti per disabili e a rischio esclusione

Distretto di Canicattì, 3 progetti per disabili e a rischio esclusione

Firmata nei giorni scorsi, dal sindaco Ettore Di Ventura, in qualità di Presidente del Distretto Socio Sanitario D3, l’adesione a tre progetti rivolti a favorire l’occupazione di persone con disabilità, vulnerabili e a rischio di esclusione.

I tre progetti sono stati presentati nell’ambito del programma operativo del PO FSE (Fondo Sociale Europeo) Sicilia 2020 POFERS 2014-2020 a riscontro dell’Avviso 19/2018 dell’Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro.

Le aree di intervento riguardano: la disabilità psichica, fisica e sensoriale; i minori e giovani in condizioni di disagio sociale con particolare riguardo a minori e giovani stranieri non accompagnati, beneficiari di protezione internazionale; donne vittime di abusi e violenze.

Ecco i progetti presentati da tre cooperative sociali: “A.L.T. – Attività Lavorative e Tirocini” proposto da “E.Maiorana”; “Il Filo di Colore Lega Occidente Oriente” presentato da “L’Edera” e “Ristorazione senza barriere:Yes We Can!” presentato da Human Capital.

A darne notizia, per conto del Distretto Socio Sanitario D3 di cui il Comune di Canicattì è capofila, il sindaco Ettore Di Ventura e l’assessore alle Politiche Sociali, Davide Lalicata.

“Abbiamo aderito con entusiasmo a questi progetti – commentano i due amministratori facendosi portavoce dei colleghi degli otto Comuni del Distretto – nella speranza di poter offrire significativi interventi a favore dei disabili e soggetti a rischio esclusioni, purtroppo tra le fasce più deboli della nostra società”.

I progetti saranno valutati nelle prossime settimane all’assessorato regionale da una commissione.

Pubblicità Lirenas Gas
Pubblicità EuroBet

Articoli Simili

Su