Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, furto alla coop che gestisce i terreni confiscati alla mafia: la solidarietà dell’amministrazione comunale

Canicattì, furto alla coop che gestisce i terreni confiscati alla mafia: la solidarietà dell’amministrazione comunale

Il Sindaco Ettore Di Ventura e l’intera Giunta Comunale esprimono sentimenti di sdegno per il furto di due trattori cingolati e un camion, subìto dalla Coop Sociale “Lavoro & non solo”.

Nelle notti tra sabato e lunedì scorsi, ignoti si sono introdotti all’interno del capannone eretto nei terreni confiscati alla mafia che si trovano in contrada Graziano Di Giovanna e coltivati a vigneto.

Da oltre 10 anni quei terreni sono affidati alla Coop Sociale “Lavoro & non solo” federata all’Arci.

“Questo furto ci fa rabbia e ci scoraggia – commenta il presidente della Coop., Calogero Parisi – perché fa vacillare la nostra ferma convinzione che dai terreni confiscati alla mafia possa nascere occupazione. Questo episodio ci porterà danni economici certi oltre all’impossibilità, nell’immediato, di garantire i lavori nei vigneti proprio in questo periodo molto delicato per la coltivazione”.

Alla grande amarezza di Calogero Parisi, si somma quella del Primo Cittadino e degli Assessori comunali che solidarizzano con il presidente della Coop. e lo incoraggiano a non demordere e a continuare a credere fino in fondo al lodevole progetto.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su