Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Campobello di Licata > Campobello di Licata, il 30 aprile si intitola il comando della polizia municipale al vigile “Niccolò Savarino”

Campobello di Licata, il 30 aprile si intitola il comando della polizia municipale al vigile “Niccolò Savarino”

Era il gennaio del 2012 quando un giovane Rom a bordo di un Suv rubato travolse ed uccise il vigile urbano Niccolò Savarino originario di Campobello di Licata ma da anni in servizio presso il comando della polizia municipale di Milano. Il 30 aprile prossimo, a distanza ormai di oltre sei anni da quel tragico episodio i colleghi e conterranei di Campobello di Licata, gli intitoleranno la loro sede. L’iniziativa, della polizia municipale di Campobello, è stata spostata in pieno dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianni Picone, che ha dato il via libera. Così, chi si recherà presso il comando di polizia municipale di Campobello che si trova in via Trieste, si ricorderà di Niccolò Savarino, quel vigile urbano ucciso da un rom all’epoca minorenne e che oggi ha già lasciato il carcere per essere affidato all’affidamento in prova. La cerimonia alla quale sono state invitate le massime autorità civili, religiose e militari della provincia di Agrigento ed i familiari del compianto vigile urbano avrà inizio alle 18. Un gesto quello della polizia municipale di Campobello di Licata, che segue le tante iniziative che in questi anni si sono svolte in paese ma anche in altre località d’Italia, per ricordare Niccolò Savarino.

Pubblicità Lirenas Gas
Pubblicità EuroBet

Articoli Simili

Su