Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Porto Empedocle, uno dei fucili sequestrati provento di furto

Porto Empedocle, uno dei fucili sequestrati provento di furto

I due fucili ritrovati e sequestrati dai poliziotti del Commissariato di Porto Empedocle, sono stati inviati ai laboratori della Polizia Scientifica, per sottoporli agli accertamenti, e verificare il loro eventuale utilizzo o meno in vicende criminali, avvenuti negli ultimi anni in provincia di Agrigento. In carcere è finito Vincenzo Filippazzo, ventitreenne di Porto Empedocle. Sicuramente il fucile a pompa calibro 12, e il fucile a canne mozze, con relative munizioni, erano pronti all’uso, quindi, non può essere escluso, un loro impiego per mettere a segno rapine, o usarle per attentanti intimidatori o altra ancora. Il fucile a canne mozze risulterebbe rubato, tempo fa, in una località del Nord Italia, anche se mancherebbe la denuncia del proprietario. Le indagini proseguono e possibili sviluppi sono attesi nelle prossime settimane.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su