Tu sei qui
Home > Eventi - Cultura - Spettacolo > IL FANTASMA DI GISELDA TORNA AL CASTELLO DI NARO

IL FANTASMA DI GISELDA TORNA AL CASTELLO DI NARO

 Il fantasma di Giselda, moglie del Signore e Castellano di Naro don Pietro Calvello (il quale buttò giù dalla torre il menestrello Beltrando,  amante della moglie, e imprigionò Giselda sino a farla morire), torna alla ribalta.   Ma quel fantasma – che si racconta aleggi nel Castello, nelle notti d’autunno, accompagnato dal canto d’un usignolo- torna stavolta sotto forma di romanzo, scritto da Anita Anesa, ormai alla quarta fatica letteraria. Il libro si intitola, appunto, “Giselda Castellana di Naro“, edito per i tipi della Silele Edizioni,  e segue ai precedenti tre romanzi dell’autrice: “La saga dei nessuno“(2013), “Le amiche cartomanti“(2014), “Team-up, Teseo e l’Arcangelo Michele -sinergia di squadra e d’amore“(2017). Il romanzo verrà presentato nella mattinata di giovedì 5  aprile  proprio al Castello, dove la castellana è morta imprigionata nel secolo XII  e dove si dice ancor oggi  aleggi il suo fantasma.Per l’occasione, verrà esposto nella sala-conferenze, luogo di presentazione del libro, anche il pannello, dipinto a mano da Gero Verde, in cui è raccontata in otto sequenze con disegni e didascalie  la storia di Giselda DICHIARAZIONE DEL SINDACO “Siamo contenti che la scrittrice Anita Anesa abbia scelto il nostro Castello per presentare il suo libro che concorrerà senza dubbio alla promozione dell’immagine della Città di  Naro e alla valorizzazione del suo patrimonio storico-culturale. L’evento della presentazione di questo romanzo che, a partire dalla vicenda di Giselda, fa riflettere sul ruolo della donna e sulle atrocità dei cosiddetti femminicidi, è molto atteso a Naro, specialmente dai rappresentanti delle locali associazioni culturali e di promozione sociale e dagli studenti dell’Istituto Tecnico per il Turismo “Federico II di Svevia”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su