Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Cattolica Eraclea, incendiata villetta confiscata a boss mafioso

Cattolica Eraclea, incendiata villetta confiscata a boss mafioso

Incendiata nella notte una villetta, che fa parte dei beni confiscati alla mafia a Cattolica Eraclea, e ancora inutilizzati. Si tratta di un immobile, ancora in fase di completamento, che si trova in contrada “Bonura”, alla periferia del paese, che apparteneva al boss Domenico Terrasi, recentemente tornato in libertà, dopo aver espiato la condanna rimediata nell’ambito del processo scaturito dall’operazione antimafia denominata “Minoa”. L’allarme è scattato all’alba, quando sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco del Comando provinciale di Agrigento e, per le indagini i carabinieri della locale stazione. Sulla vicenda c’è il massimo riserbo. Non ci sarebbero dubbi sulla natura dolosa dell’incendio. In particolare danneggiate le pareti, e distrutto il tetto in legno. L’immobile incendiato si trova a due passi dall’attuale abitazione di Terrasi, e già da tempo è stato consegnato dall’Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati al Comune di Cattolica Eraclea che però ancora non lo ha riutilizzato a fini sociali o istituzionali. La Procura di Agrigento, ha aperto un’indagine.

Pubblicità Lirenas Gas
Pubblicità EuroBet

Articoli Simili

Su