Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Ravanusa > Calcio Promozione: impresa del Ravanusa che intravede la salvezza

Calcio Promozione: impresa del Ravanusa che intravede la salvezza

Ravanusa – Salemi 2-0

RAVANUSA: Ammendola, D’Antona, S. Giarrana, Curella, Cannizzaro, Costa (73’ D’Angelo), G. Giarrana, Lo Curto, Merlo (88’Scrimali), Bonvissuto, Bakary. A disp.: Fiorello, Argento, Cammilleri. All.: Angelo Loggia. 

SALEMI: Ilario, Genesio (72’ Galuffo) , Grassotti, Li Causi, Lombardo, Gandolfo, Armata (47’ Pisciotta), Nwigwe, Jimoh (64’S. Licari), A. Licari, Armato. A disp.: Romano, Pisciotta, Distefano, Simone, Scaturro. All.: Antonio Putaggio. 

Arbitro: Luigi Scicolone di Caltanissetta. Assistenti arbitrali: Donzello e Breci di Siracusa. 

RETI: 39’ Lo Curto; 82’ Merlo.

Chi pensava che il risultato fosse già scritto si sbagliava di grosso.
Un grande Ravanusa ha battuto nettamente e meritatamente il Salemi secondo in classifica e l’unica squadra imbattuta del campionato e in piena corsa, fino a oggi, per la vittoria del campionato.
Il Salemi si è dovuto arrendere davanti ad un Ravanusa compatto, determinato, granitico e concentrato nei cento minuti giocati.
Una grande prova di carattere e il bel gioco hanno fatto la differenza. Si è rivisto il vecchio copione che ha dato grandi soddisfazioni a questa squadra. Pressing alto, ripartenze veloci, difesa chirurgica, squadra corta, pedalate e tanta grinta. Una partita giocata con la testa e con il cuore.
Il Ravanusa è sceso in campo con Ammendola tra i pali, D’antona, Costa, Cannizzaro e Sergio Giarrana in difesa. A centrocampo, Curella, Lo Curto, Bonvissuto. In attacco, Gabriele Giarrana, Bakary Colley e Merlo.
Nei primi quarantacinque minuti le due squadre si studiano. Il Ravanusa fa intendere subito che non ha complessi d’inferiorità, non rischia nulla, si tiene corto con la difesa in linea e baricentro alto. Costa dopo un buon inizio è costretto a lasciare il campo per un infortunio e il tandem Loggia/Merlo è costretto a rivoluzionare i piani, spostando Sergio Giarrana a centro della difesa e Bonvissuto ad arretrare a sinistra. Entra D’Angelo che va a fare coppia a centrocampo con Curella.
Il Ravanusa non si scompone e cerca di affondare più volte con le incursioni di Gabriele Giarrana e di Colley. Al quarantacinquesimo viene calciata dalla tre quarti una punizione da Lo Curto in aria, palla respinta e raccolta dallo stesso Lo Curto che da posizione angolata e dal limite dell’aria fa partire un bolide che si schianta sul palo interno più vicino al portiere e s’infila dentro. Un gran goal, un giusto riconoscimento per questo ragazzo che è il cuore di questa squadra e anche il sistema nervoso.
Il Ravanusa va negli spogliatoi in vantaggio e con la consapevolezza che può fare il colpaccio.
Nella ripresa il copione è lo stesso. Il Salemi prova a pareggiare i conti ma si scopre allargando le maglie della difesa dove il Ravanusa penetra con Gabriele Giarrana e il solito Lo Curto che gioca a ridosso delle punte. Proprio su un’azione di contropiede intorno al ventesimo Bakary dalla profondità serve in aria Merlo che viene atterrato. L’arbitro vede e non provvede. Scarsa personalità nella conduzione. Al trentesimo, altro contropiede, D’Angelo serve Merlo che dal limite dell’aria infila il portiere cercando il palo più lontano e trovando il goal che mette il sigillo alla vittoria. Dopo il goal Merlo, tra gli applausi del pubblico, lascia il posto a Scrimali che entra subito in partita e fa un bel finale di gara.
Gli ultimi venti minuti passano ben monitorati dal Ravanusa e col Salemi visibilmente nervoso che vede materializzare la prima sconfitta in campionato dopo diciassette vittorie e otto pareggi.
Una grande prestazione di gruppo. Difficile trovare il migliore in campo. Si è visto il collettivo, la squadta, l’armonia di un gruppo che gioca e si diverte e che ha riscoperto il gusto della vittoria grazie al lavoro certosino e miticoliso di Loggia e Merlo che stanno curando di pari passo la condizione psico-fisica e quella tecnico-tattica di un gruppo che vuole migliorarsi ogni giorno.
Oggi questo Ravanusa ha dimostrato che può giocare alla pari con qualsiasi squadra e che può scalare la classifica nella fase finale del campionato per raggiungere la salvezza in sicurezza.
Bisogna stare concentrati e uniti fino alla fine.

Pubblicità Lirenas Gas
Pubblicità EuroBet

Articoli Simili

Su