Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigentina portata in un casolare e stuprata. “No era consenziente”

Agrigentina portata in un casolare e stuprata. “No era consenziente”

Portata in un casolare di campagna e stuprata da un favarese di 21 anni. La presunta vittima è una ragazza di Palma di Montechiaro, all’epoca dei fatti (2013) sedicenne. Con la pesante accusa di violenza sessuale, il giovane è finito a processo. Ieri la prima udienza al Tribunale di Agrigento. La ragazza avrebbe trascorso quella serata in compagnia di amici, bevendo anche qualche birra in un locale. Dopo il 21enne le avrebbe offerto un passaggio, ma invece di portarla presso una comunità di Villaseta, dove lei era ospite, si sarebbe fermato in una casa di campagna, e lì sarebbe avvenuta la violenza sessuale. L’indomani la ragazza ha presentato la denuncia. Il favarese ha sempre negato, dicendo che il rapporto c’è stato davvero, ma la ragazza “era consenziente, nessuna violenza”.

Pubblicità Lirenas Gas
Pubblicità EuroBet

Articoli Simili

Su