Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Mafia, il pentito Quaranta al processo “Icaro”

Mafia, il pentito Quaranta al processo “Icaro”

Il primo pentito della mafia favarese, Giuseppe Quaranta sarà ascoltato al processo, scaturito dall’operazione antimafia “Icaro”. E’ stato il pubblico ministero della Dda di Palermo, Claudio Camilleri, a chiedere ai giudici della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento (presidente Pietro Maria Falcone), di ascoltare il collaboratore di giustizia al processo, dove sono imputati dodici fra presunti boss e affiliati delle famiglie mafiose agrigentine. Il collegio di giudici ha accolto la richiesta di audizione del favarese, arrestato lo scorso fine gennaio nell’ambito dell’operazione “Montagna”.
Quaranta sarà sentito di presenza, e non collegato da un sito riservato, per consentirgli la visione di alcuni album fotografici. Le modalità saranno stabilite nell’udienza del 19 marzo prossimo. La sua audizione si terrà per ovvi motivi di sicurezza, in un’aula bunker di una località, verosimilmente fuori dalla Sicilia.
Nei primi tre verbali della sua collaborazione, l’ex capomafia di Favara, ha fatto i nomi e stabilito i ruoli di decine di soggetti mafiosi della provincia di Agrigento, degli ultimi anni. Alcuni di questi sono imputati nel processo “Icaro”, fra i quali Pietro Campo e Ciro Tornatore, quest’ultimo deceduto nelle scorse settimane.

 

Pubblicità Lirenas Gas
Pubblicità EuroBet

Articoli Simili

Su