Tu sei qui
Home > Attualità > Lampedusa. Martello: parole Garante detenuti su Hotspot confermano mie preoccupazioni

Lampedusa. Martello: parole Garante detenuti su Hotspot confermano mie preoccupazioni

Non voglio alimentare polemiche, ma in poche ore di permanenza a Lampedusa non credo che il Garante Mauro Palma abbia avuto il tempo di psicanalizzare tutti, compreso il sindaco, per arrivare a stabilire chi è ‘calmo’ e chi non lo è”. Lo dice Totò Martello, sindaco di Lampedusa e Linosa, a proposito delle dichiarazioni del Garante nazionale dei detenuti Mauro Palma dopo la visita all’Hotspot di Lampedusa.
“Detto questo – aggiunge Martello – le parole di Palma sul Centro di accoglienza confermano quello che sostengo da tempo: la struttura è inadeguata, i migranti che dovrebbero sostare per 48 ore, ossia il tempo necessario alla loro identificazione, nella maggior parte dei casi sono abbandonati a se stessi a tempo indeterminato e questo determina conseguenze sulla popolazione e sulla vivibilità della nostra isola. Ogni volta che lo dico qualcuno strumentalizza le mie parole fingendo di non capire che chiedo solo che i diritti di tutti, dei migranti come dei lampedusani, vengano garantiti e rispettati”.
“Lo ribadisco per l’ennesima volta – conclude Martello – l’amministrazione comunale non farà alcun passo indietro sul fronte dell’accoglienza ma è indispensabile la massima collaborazione da parte del governo nazionale e delle istituzioni”.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su