Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Palermo > Ars, ok al ddl sull’esercizio provvisorio

Ars, ok al ddl sull’esercizio provvisorio

Il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè ha ritenuto valida la votazione sul disegno di legge sull’esercizio provvisorio, che sarà in vigore fino al 31 marzo.
Per Miccichè, infatti, il numero legale sarebbe da calcolare in base alla presenza dei deputati in aula rilevata dai tesserini inseriti negli scranni e non dal voto effettivo del parlamentare. Oggi la soglia del numero legale era di 33 deputati. In base a questa interpretazione il presidente non ha tenuto conto che i voti erano 31, ma ha considerato i 60 tesserini inseriti dall’inizio della seduta. “Quindi per quel che mi riguarda, facendo riferimento anche dei precedenti al Parlamento nazionale, la votazione è in numero legale. E il ddl è approvato”, ha detto. Dopo la decisione del presidente dell’Ars ci sono state forti proteste in aula da parte delle opposizioni.
“Ci sono precisi riferimenti regolamentari che sono stati calpestati – ha detto il vicepresidente dell’Ars Giancarlo Cancelleri – questo significa imbavagliare le opposizioni, ci è stato fatto uno sgambetto. Non si è mai visto che la presenza in aula venga determinata dal numero dei tesserini, è sempre stata calcolata dal numero dei voti, tanto è vero che quando si effettua la verifica del numero legale si chiede di votare con uno dei tre tasti: il rosso, il verde o il bianco”.

(ansa.it)

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su