Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > 2 novembre, resistono le tradizioni a Canicattì. Fiori e dolci tipici vanno a ruba

2 novembre, resistono le tradizioni a Canicattì. Fiori e dolci tipici vanno a ruba

Nonostante i tempi duri a Canicattì resistono ancora le tradizioni legate alla ricorrenza dei morti. Nessuno rinuncia a fiori e composizioni floreali per abbellire le tombe dei propri cari.  Sebbene i prezzi tendano a salire nelle festività, vanno a ruba: rose, lilium, orchidee e speciosi.

Resiste anche la tradizione dei dolci dei morti. Frutta martorana, taralli,  biscotti regina e a dito e ossa dei morti hanno fatto il volo dalle pasticcerie locali, dove i mastri pasticceri le realizzano secondo antiche ricette. Meno richieste, invece, per i “pupi di zuccaru”, in passato dono immancabile per i bambini, ma che da qualche anno fanno registrare sempre meno richieste.

Galleria

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su