Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, Cattedrale a rischio crollo paura tra i residenti ed i commercianti della zona. Per il 3 novembre organizzata fiaccolata

Agrigento, Cattedrale a rischio crollo paura tra i residenti ed i commercianti della zona. Per il 3 novembre organizzata fiaccolata

La cattedrale di San Gerlando di Agrigento non è l’unica a rischio crollo. Anche le abitazioni di 34 famiglie, per complessivi 80 agrigentini, e ben 21 attività commerciali, lo sono. Case e negozi che sono a rischio sgombero. E così gli abitanti di via 25 Aprile, hanno deciso, di scendere in strada e protestare. Il movimento civico “Agrigento Punto e a Capo”, organizzerà una protesta silenziosa che dovrebbe partire proprio da via 25 Aprile per salire poi fino alla cattedrale di San Gerlando dove non è escluso che venga proiettato un video contro l’immobilismo di politici e funzionari della Regione, che ripercorre le tappe della chiusura del Duomo di Agrigento. Intanto, La Comunità Ecclesiale di Agrigento, facendo proprio l’appello dell’Arcivescovo, card. Francesco Montenegro, invita, per venerdì 3 novembre (memoria liturgica di San Libertino, primo vescovo di Agrigento)  i cittadini e le cittadine di Agrigento ad una marcia silenziosa per manifestare indignazione e sensibilizzare chi ha compiti di responsabilità a porre in atto azioni risolutive volte alla pubblica incolumità e alla salvaguardia del Centro storico e  di un bene, la Cattedrale di Agrigento, di significativa rilevanza ecclesiale, storica e architettonica». La marcia muoverà alle ore 18.00 da via Imera (raduno davanti  la Caffetteria Imera) per via XXV Aprile, via Gioeni, via Plebis Rea, piazza Bibbiria,  Via Duomo per concludersi in piazza don Minzoni davanti la Cattedrale di Agrigento.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su