Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, fiera del Rosario. Divieti di transito e rimozione forzata. Ordinanza del sindaco

Canicattì, fiera del Rosario. Divieti di transito e rimozione forzata. Ordinanza del sindaco

Si preannuncia l’arrivo di numerosi cittadini dai paesi dell’hinterland, a Canicattì, in occasione della tradizionale fiera del Rosario che si svolge, come ogni anno, nel terzo fine settimana di ottobre, e culmina stasera.

Per consentire il regolare svolgimento della fiera, oltre a non aver consentito l’installazione degli stand nelle traverse di via Carlo Alberto per motivi di sicurezza,  il sindaco Ettore Di Ventura ha disposto un’ordinanza di disciplina veicolare fino a martedì prossimo con divieti di circolazione e sosta nelle arterie in cui sono montate le bancarelle e le giostre, attrazioni quest’ultime soprattutto per bambini e ragazzi.

Il provvedimento istituisce il divieto di transito e la sosta con rimozione forzata fino alle 22 di martedì prossimo in via Carlo Alberto (tratto compreso tra le vie Toti e Gullo), piazza Macaluo, piazza Palermo e via Toselli. Inoltre non sarà possibile transitare o parcheggiare su entrambi i lati nelle vie: Falcone, Polonia, Inghilterra, Svezia, Telesio, Gangitano, Modena,  Piacenza, Alfieri e Manzoni. Divieto di circolazione e rimozione forzata anche in via e largo Oberdan e Mario Saetta.

Sono sospese le autorizzazioni di passi carrabili per l’intera durata della fiera perché non compatibili con il suo svolgimento.

I veicoli che provengono dalla variante per  Canicattì o dalla statale 190 e viceversa possono proseguire per via De Amicis, mentre i mezzi pesanti (con massa oltre 3.5 tonnellate) possono uscire dal centro urbano passando per contrada Carlino o il ponte obliquo.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su