Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, il bilancio del 1° UVA Fest

Canicattì, il bilancio del 1° UVA Fest

Si sono spenti, domenica sera, i riflettori sulla tre giorni dedicata all’U.V.A. Fest (Uva, Vini e Agricoltura). Sicuramente più che positivo il bilancio tracciato dall’amministrazione comunale sulla kermesse, organizzata dal 6 all’8 ottobre dal Consorzio IGP col patrocinio del Comune di Canicattì, assessorato regionale dell’Agricoltura e del Comune di Castrofilippo.

Particolarmente significativi sono stati gli incontri di natura tecnico-scientifica alle aziende produttrici del territorio, cui hanno partecipato giornalisti della stampa nazionale specializzata quali Carlo Franza de “Il Giornale”, Paola Bonanni caporedattore di Radio Rai 1 Economia, Mariangela Latella del “Corriere Ortofrutticolo”, Vittorina Fellin di Redazione Mark Up, Gaetano Piccione per “Fresh Plaza”, Maicol Mercuriali di “Italiafruit”, Monia Savioli per “Turista.it”, che hanno affiancato gli studiosi del Comitato Scientifico dell’8th International Table Grape Symposium, provenienti da tutta Italia e da altri paesi produttori di uva da tavola come Turchia, Cina, Sud Africa, Australia, Cile Brasile e Spagna.

Le aziende visitate a Canicattì sono state la GB Italia, Cervino Fruit e Golden Grapes di Brucculeri a Castrofilippo. È stata inoltre presentata la realtà del Consorzio IGP che è costituito da 51 produttori e 11 confezionatori con una estensione totale di circa 350 ettari.

I momenti di intrattenimento  hanno fatto registrare un alto numero di visitatori, dai live music che hanno allietato le serate, ai giochi di animazione per bambini, al 1° Torneo di Calcio a 5 “Uva Fest”, alla rappresentazione a cura degli studenti dell’I.I.S.S. “Ugo Foscolo” di Canicattì del “Symposio di Platone”. Non potevano mancare eventi enogastronomici come la degustazione di Nero d’Avola, il light lunch curato dallo Chef Piero La Torre preparato per gli ospiti del Symposio e per la stampa specializzata, per finire con il Cooking Show, presentato dal cuoco/comico Andy Luotto, che ha visto la partecipazione dell’Associazione enogastronomica “Sette Stelle”, dei ristoranti Zamù, Skenè, Belvedere, dell’Istituto Alberghiero “M.C. Carafa” di Riesi-Sommatino, del Catering Maria Diana Termini e dalla Desserteria Bonfissuto.

I piatti della sfida gastronomica sono stati giudicati dai giornalisti della stampa specializzata e da tre componenti della giuria popolare.

Splendido scenario dell’intera iniziativa il restaurato Centro Culturale San Domenico, la cui bellezza architettonica ha riscontrato entusiasmo ed emozione in tutti i visitatori. Un plauso particolare e unanime alla kermesse è giunto dai giornalisti presenti che si sono detti particolarmente interessati agli sviluppi di questo nuovo modo di fare imprenditoria.

Piena soddisfazione è stata espressa da tutti gli organizzatori. “Siamo fermamente convinti e motivati – dicono il sindaco Ettore Di Ventura e l’assessore alle Politiche Agricole e allo Sviluppo Economico, Davide Lalicata, che sia questa la strada giusta da percorrere per ridare slancio all’economia di questa città. Oggi gli imprenditori hanno capito che per essere competitivi bisogna puntare in alto ed essere innovativi, offrendo ai mercati internazionali un prodotto di alta qualità che solo il sole e la composizione delle nostre terre gli sanno dare. L’entusiasmo che abbiamo riscontrato nella cittadinanza ci indica che è questa la strada giusta per ridare slancio all’economia e noi siamo pronti a rimetterci in gioco con tante altre iniziative”.

Galleria

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su