Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, 75 adesioni alla differenziata in contrada Rinazzi. Palermo replica ai residenti

Canicattì, 75 adesioni alla differenziata in contrada Rinazzi. Palermo replica ai residenti

“Sono soltanto 75 le adesioni che abbiamo registrato al punto di consegna sacchetti per la in contrada Rinazzi e alla luce di questo stiamo pensando di andare a ritirare la differenziata direttamente dalle residenze di questi cittadini”. Lo annuncia l’assessore all’Ambiente di Canicattì, Umberto Palermo, che replica alle segnalazioni dei residenti di contrada Rinazzi sulla presenza di rifiuti e randagi nel quartiere e ricorda quanto emerso nella riunione avuta con le famiglie che vivono in questa zona del paese.

“Due domeniche fa si è tenuta una riunione proprio con i residenti di contrada Rinazzi con all’ordine del giorno: randagismo, raccolta differenziata e sicurezza – fa sapere Palermo –  E’ emerso che la differenziata andava fatta sulla via principale e quindi in via Purgatorio perché le altre strade non sono presenti in Toponomastica al comune”.

Infine, l’amministratore tiene a precisare che “la differenziata è stata avviata in via sperimentale” e che “non ci sono randagi”. “Come emerso durante la riunione – conclude – i cani che si aggirano per Rinazzi appartengono a proprietari terrieri che in assenza di recinti scappano.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su