Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Porto Empedocle, “30 giorni senz’acqua in contrada Inficherna”. Todaro interroga Carmina

Porto Empedocle, “30 giorni senz’acqua in contrada Inficherna”. Todaro interroga Carmina

Il Consigliere Comunale di Sicilia Futura Giuseppe Todaro ha presentato due interrogazioni all’amministrazione Carmina con le quali segnala problemi in contrada Inficherna e via San Calogero Napolitano, a Porto Empedocle.

“Sentite varie lamentele dei residenti di tale zone, che ormai da quasi 30 giorni non ricevono l’acqua nelle proprie abitazioni causa un contenzioso tra Girgenti Acque S.P.A. e la società Voltano S.P.A.  (società che fornisce tale zona) – annuncia Todaro – ho chiesto all’Amministrazione di farsi portavoce di tale problema e cercare di risolverlo in tempi brevissimi ed evitare ancora disagi agli abitanti di tale zona.”

Il consigliere fa sapere, inoltre, che “gli stessi abitanti oltre al problema della carenza idrica lamentano lo stato di abbandono e le condizioni igienico sanitarie in cui sono costretti a vivere”.

“Ormai la situazione è insostenibile, ad oggi non si è fatto nulla per evitare che gli incivili vadano in tale zona a depositare  immondizia e  materiale tossico e nocivo all’uomo, come eternit e materiale di vario genere – aggiunge – La nostra amministrazione attualmente se ne è completamente dimenticata e i tanti abitanti di tale zona oltre a pagare una tassa sui rifiuti salatissima non hanno neanche il minimo servizio per vivere in delle zone abitabili e fruibili facilmente. Bisogna ricordare che la via San Calogero Napolitano potrebbe essere un’arteria che snellirebbe tantissimo il traffico sulla ss115, ma ad oggi impraticabile e inaccessibile per le precarie condizioni in cui versa”.

Pertanto Todaro invita la sindaca e le istituzioni competenti “ad attenzionare e trovare delle soluzioni atte a dare decoro e accessibilità al luogo in questione.”

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su