Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > CANICATTI’, CARDIOLOGIA NELLA TRIPLICE ALLEANZA INNOVAZIONE, FORMAZIONE E INFORMAZIONE: L’ECCELLENZA, OGGI, AL BARONE LOMBARDO

CANICATTI’, CARDIOLOGIA NELLA TRIPLICE ALLEANZA INNOVAZIONE, FORMAZIONE E INFORMAZIONE: L’ECCELLENZA, OGGI, AL BARONE LOMBARDO

Canicattì, La cardiologia di Canicattì torna a parlare e a far parlare di sé promuovendo la ricerca scientifica e incoraggiando l’innovazione attraverso momenti di formazione e informazione di alta qualità. Oggi è tempo di cambiamento, “TIME FOR CHANGE”, è questo lo slogan che ha accompagnato l’incontro scientifico che si è svolto presso la Sala Conferenze Palazzo Stella di Canicattì che ha ospitato i nomi di dirigenti medici di strutture di eccellenza: Dr. G. Raffa, dirigente medico cardiochirurgo dell’ISMETT e dott.ssa F. Macaione, dirigente medico di Villa Maria Eleonora Hospital di Palermo. Il direttore scientifico dell’evento, Direttore FF. Cardiologia e UTIC ASP 1 AG Dr. Luciano Sutera Sardo, ha disegnato questo  workshop per poter affrontare gli aspetti più attuali in tema di governance clinica e considerare i possibili scenari futuri per i centri di diagnosi e cura dei pazienti anticoagulati, a rischio di trombosi, o che hanno avuto un primo episodio di trombosi venosa profonda, embolia polmonare, ictus cerebrale, fibrillazione atriale e che necessitano di assumere farmaci per prevenire la formazione di coaguli all’interno dei vasi sanguigni. Gli antagonisti della vitamina K, sono stati per anni il fondamento del trattamento anticoagulante, sebbene presentino svantaggi significativi soprattutto nell’impiego a lungo termine. Questi aspetti hanno, infatti, evidenziato la necessità di sviluppare nuovi farmaci che siano efficaci, ben tollerati e che aiutino, al contempo, a migliorare la compliance del paziente, liberandolo da periodici controlli di laboratorio per il monitoraggio del profilo coagulativo (INR). Recentemente, la ricerca farmacologica ha compiuto, per quanto riguarda i farmaci anticoagulanti, enormi progressi, dando vita allo studio e allo sviluppo di nuove molecole in grado di modificare radicalmente lo scenario della prevenzione dell’ictus in pazienti con fibrillazione atriale non valvolare e del trattamento e prevenzione del trombo embolismo venoso. L’apertura dei lavori con il saluto .di Ettore. di Ventura, Sindaco di Canicattì, del dott. C. Cremona, Sindaco di Naro e del dott. G. Bancheri, Sindaco di Delia, ha dimostrato sensibilità da parte delle autorità in tema di salute pubblica secondo una più ampia visione territoriale. Professionalità e, soprattutto, spirito di sacrificio sono le qualità vincenti che hanno reso possibile l’organizzazione di questo importante evento scientifico. Il team, guidato dal dr. L. Sutera Sardo, si propone, ancora una vota, di rilanciare l’Ospedale B. Lombardo impegnandosi in prima linea nella formazione scientifica. Affinchè le eccellenze locali possano continuare ad emergere, grande fiducia è stata riposta nella figura del nuovo direttore generale G. Venuti, che ,dal suo insediamento, ha dimostrato notevole lungimiranza e  con il quale si è istaurato da subito un clima di reciproca collaborazione.  Si è concluso un confronto scientifico estremamente importante per gli specialisti e i medici di medina generale, oltre che un’occasione unica per un dibattito su un tema di grande attualità finalizzato a migliorare l’organizzazione ospedale – territorio e alla valorizzazione delle risorse. L’augurio è che questo possa essere il primo di una serie di incontri che possa portare una ventata di idee ogni giorno più innovative e, in quest’ottica, ogni giorno possa essere il “time for change” .

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su