Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Intimidazione a Maria Grazia Brandara: “Se resto lo faccio per i licatesi gente perbene”

Intimidazione a Maria Grazia Brandara: “Se resto lo faccio per i licatesi gente perbene”

Licata, “Se resto alla guida del Comune, ma dopo quello che è accaduto non ho ancora deciso, è perchè i licatesi sono persone per bene ed io intendo riscattare l’immagine di questa città”. Sono leparole di Mariagrazia Brandara, commissario straordinario del Comune, commentando la lettera di minacce ricevuta. Intanto, tra le molte prese di posizione è arrivata quella dell’ex sindaco Angelo Cambiano e del suo gruppo.“Siamo solidali con il commissario Mariagrazia Brandara, e condanniamo il vile gesto posto in essere nei suoi confronti”.Il documento, oltre che dall’ex sindaco, è firmato da Chiara Ferraro, Baldo Augusto, Giuseppe Scozzari, Elio D’Orsi, Giuseppe Territo, Francesco Carità, Tiziana Zirafi, Daniele Vecchio, Luigi Cellura, Annalisa Cianchetti, Davide La Giglia e Gaetano Piccionello.“Quello commesso contro il commissario Brandara – si legge nel documento – è un gesto gravissimo, che mina la serenità di chi da meno di un mese guida l’amministrazione comunale. Siamo certi che le forze dell’ordine faranno luce sull’accaduto, assicurando alla giustizia gli autori della lettera intimidatoria. Comprendiamo bene lo stato d’animo del commissario Brandara, ma la invitiamo a non mollare, a rimanere alla guida del Comune, senza lasciarsi intimorire”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su