Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, arrestato dalla polizia l'”incubo” degli anziani

Canicattì, arrestato dalla polizia l'”incubo” degli anziani

Canicattì,  Ogni settimana dalla provincia di Catania raggiungeva Canicattì per compiere truffe e borseggi. Con queste accuse gli agenti del commissariato di pubblica sicurezza di Canicattì, coordinati dal dirigente il vice questore Valerio Saitta, hanno arrestato Gaetano Mirabella 62 anni di Gravina di Catania con diversi precedenti penali. L’attività della polizia di Canicattì, in collaborazione con la squadra Mobile  ha accertato che l’uomo in città aveva commesso dei borseggi e delle truffe ai danni di persone anziane. In particolare, il giorno prescelto dal pregiudicato era quello del mercoledì quando a Canicattì si tiene il mercato settimanale. La tattica del pregiudicato era quella di far finta di conoscere le vittime. Le abbracciava e con destrezza gli sfilava il portafogli per poi rimetterlo nello stesso posto da dove lo aveva preso senza farsi accorgere di nulla. L’uomo, che si trovava ai domiciliari presso la sua abitazione di Gravina di Catania, dopo la notifica dell’ordinanza eseguita dalla polizia di Canicattì è stato rinchiuso nel carcere di piazza Lanza del capoluogo etneo.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su