Parte e lascia figlio in aeroporto, 14enne aveva documento scaduto

E' partito lo stesso per la Grecia lasciando a terra il figlio 14enne 'reo' di essersi presentato al gate con un documento scaduto. E' accaduto all'aeroporto 'Vincenzo Bellini' di Catania. L'uomo, noto professionista del capoluogo etneo, ora indagato in stato di libertà per il reato di abbandono di minore, doveva andare ...Continua

Akragas: cessione del club, l’assessore Amico risponde all’azionista Giavarini

Preso atto di quanto comunicato dal Presidente onorario dell’Akragas Marcello Giavarini, che nell’ambito dell’attività di cessione delle proprie quote societarie chiama impropriamente in causa il Sindaco di Agrigento non ci si può astenere dall’intervenire, sottolineando che né il Sindaco, né l’Amministrazione, né l’apparato degli uffici comunali possono avere alcun ruolo ...Continua

“Resto al Sud”, il ministro De Vincenti a Canicattì

Sarà il ministro per la Coesione Territoriale ed il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, a concludere i lavori del  convegno dal tema “Gli interventi urgenti per la crescita del Mezzogiorno. Il nuovo provvedimento “Resto al Sud”, che si terrà venerdì prossimo, alle 18, al Teatro sociale di Canicattì, L’incontro si aprirà con ...Continua

Vaccinazioni nell’Agrigentino. L’Asp pronta a chiarire tutte le incertezze

C’è ancora tanta confusione nell’Agrigentino sulle procedure di vaccinazione in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico. Lo sanno bene anche dall’Azienda sanitaria provinciale tanto da indire per domani, alle 10.30, nella sala riunioni della sede legale, viale della Vittoria, ad Agrigento (padiglione direzione generale - sala attigua all'Ufficio stampa), una ...Continua

“Il Giudice di Canicattì”, a Roma proiezione e dibattito

Sarà proiettato giovedì 14 settembre, nella Sala della Protomoteca, in Campidoglio, a Roma, il documentario “Il Giudice di Canicattì, Rosario Livatino, il coraggio e la tenacia” di Davide Lorenzano con la voce narrante dell’attore Giulio Scarpati. Dopo la prima al Teatro Sociale di Canicattì, quasi un anno fa, il lavoro ...Continua

“Troppi randagi a Canicattì”. Alaimo scrive a Di Ventura e Palermo

“Troppi branchi di cani randagi circolano indisturbati per la città”. A denunciarlo è il consigliere comunale di Canicattì, Giuseppe Alaimo, il quale ha inviato una nota al sindaco Ettore Di Ventura e all’assessore all’Ambiente, Umberto Palermo. L’esponente di Alternativa Popolare, “tenuto conto del perdurare della situazione di disagio e pericolo per l'incolumità ...Continua