Tu sei qui
Home > Cronaca Nera e Giudiziaria > Da Licata a Palagonia per uccidere un agricoltore, arrestato stamattina dai carabinieri il killer

Da Licata a Palagonia per uccidere un agricoltore, arrestato stamattina dai carabinieri il killer

Si chiama Luigi Cassaro , 49 anni l’uomo che, armato di revolver, il 23 agosto uccise a colpi di pistola Francesco Calcagno 58 anni di Palagonia comune della provincia di Catania.  Il delitto venne ripreso dalle telecamere dei sorveglianza dell’abitazione. I carabinieri  dove si vedeva il sicario che ammazzava la vittima hanno identificato l’autore e lo hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria con l’accusa di omicidio.  E’ stata una segnalazione anonima  a permettere l’identificazione di Luigi Cassaro, ritenuto dagli investigatori contiguo con la mafia agrigentina ed in particolare con quella che opera a Licata, e accusato di avere assassinato Francesco Calcagno.  L’uomo è stato rintracciato nella sua abitazione di Licata e al momento dell’irruzione non ha opposto alcuna resistenza, chiudendosi in un ostinato mutismo.  Non si conoscono i motivi per i quali Luigi Cassaro ha ucciso il bracciante di Palagonia ma il sospetto dei carabinieri è quello che sia stato arruolato da qualcuno per commettere l’omicidio. Luigi Cassaro nel 2011 era stato arrestato dalla polizia perchè durante una perquisizione in un capannone nella sua disponibilità era stato trovato in possesso di una pistola calibro 9 con matricola abrasa, una pistola calibro 7,65 sempre con la matricola abrasa ed un camion ed un escavatore modello bob cat che erano stati rubati qualche giorno prima ad una ditta di Termini Imerese che stava effettuando i lavori per l’installazione delle telecamere della video sorveglianza a Canicattì.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su