Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, passaggio della campana al Rotary Club

Canicattì, passaggio della campana al Rotary Club

Tre miliardi di dollari è il bilancio complessivo dell’impegno che la Rotary Foundation ha profuso per contribuire a combattere le malattie e la povertà nel mondo, in particolare la “Polio”, per la quale ha di recente rafforzato l’impegno finanziario in collaborazione con la Bill & Melinda Gates Foundation per altri 150 milioni di dollari per l’eradicazione di questa terribile malattia.

Questo è stato il messaggio portato ai soci del Rotary Club di Canicatti dall’assistente del governatore distrettuale Calogero Cumbo nel corso della cerimonia istituzionale dell’annuale adempimento del passaggio della campana.

Alla presenza dei soci del Club Rotary di Canicatti, di autorità Rotariane ed ospiti rappresentanti tutti i Club Service della zona, si sono avvicendati il presidente uscente  Giuseppe Scimè, giudice onorario presso il tribunale di Agrigento ed il presidente entrante Rosario Pascale, dirigente reparto cardiologia all’ospedale Barone Lombardo di Canicatti.

Dopo l’introduzione di saluto ed i ringraziamenti rivolti ai presenti dal prefetto Notaio Arianna Armenio, Scimè ha ripercorso le tappe dell’intero anno sociale, ricordando ai presenti le numerose iniziative di carattere sociale, umanitario e culturale, svolte durante il suo mandato. Dopo avere ringraziato lo staff che lo ha collaborato per tutto il periodo, ed in particolare il segretario uscente, Vito Napoli e Roberto Pastore, ha passato le consegne al nuovo presidente Rosario Pascale, il quale ha esordito ringraziando il past president a nome di tutti i soci,  ed ha presentato la propria squadra per l’anno sociale 2017/2018, composta dal segretario Salvatore Russo, commercialista, Roberto Calabrese, già funzionario dell’agenzia delle Entrate e Arianna Armenio, notaio.

Pascale si è soffermato sull’illustrazione delle linee guida del programma da portare avanti improntato sul motto del governatore distrettuale John De Giorgio :”il Rotary fa la differenza” in termini di impegno umanitario, sociale, di sostegno all’economia del  territorio e di aggregazione. Nel ribadire i temi del programma, ha messo in risalto il senso pratico e completo del motto dell’anno rotariano che si dovrà concretizzare con  il realizzare la prosecuzione di service tradizionali come l’alfabetizzazione e la messa in cantiere di altri progetti distrettuali in favore dei meno fortunati, senza distinzione, per portare aiuto e conforto e per dare contributi fattivi alla collettività della città e della sua economia con particolare attenzione ai progetti “Primo soccorso”, e “No-Ictus No Infarto”.

Infine, particolare risalto è stato posto nella volontà di portare avanti un confronto ed una fattiva collaborazione con le autorità cittadine e con tutti gli altri club service, su problemi di  rilevanza sociale.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su