Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Ape social, gravi ritardi per chi chiede il pensionamento anticipato. Protesta la Uil pensionati

Ape social, gravi ritardi per chi chiede il pensionamento anticipato. Protesta la Uil pensionati

di Elio Di Bella

Gravi  ritardi sull’avvio dell’Ape Social e l’Ape volontaria a giudizio del Segretario Provinciale della Uil Pensionati – Giovanni Miceli.

Malumore e rabbia tra i lavoratori ed ex lavoratori, che aspettano dal 1 maggio questa nuova possibilità  di flessibilità pensionistica che possa aprire loro un’opportunità di pensionamento anticipato.

 

Il segretario provinciale della Uil Pensionati, Giovanni Miceli dichiara:

“Il nostro Sindacato e il nostro Patronato ITAL UIL negli ultimi giorni è stato sommerso da iscritti e cittadini che chiedono chiarimenti e spiegazioni su questi ritardi per la presentazione delle domande sull’Anticipo pensionistico che aspettano con ansia dal 01 maggio: data prevista per l’avvio della misura.

Purtroppo, constatiamo che a tutt’oggi i ritardi sono solo ascrivibili a questo governo che è ancora incagliato con i decreti attuativi e i visti del Consiglio di Stato. E’ inspiegabile che una platea di lavoratori ed ex lavoratori debbano ancora attendere ed allungare le preoccupazioni.

Si tratta di persone già fortemente svantaggiati; in tanti casi parliamo di uomini e donne di 63 anni che hanno terminato gli ammortizzatori sociali e sono in attesa di presentare le domande. La Uil pensionati di Agrigento, ancora una volta, sollecita il governo nazionale ad accelerare l’iter per dare subito l’opportunità ai pensionandi di poter uscire da questo limbo insopportabile, dopo che Poletti e soci non stanno rispettando gli impegni che avevano preso con le parti sociali.”

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su