Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Delia, oggi Caffè letterario su lamentatori e Settimana Santa

Delia, oggi Caffè letterario su lamentatori e Settimana Santa

Domani alle 18 terzo appuntamento con il “Caffè letterario” organizzato dalla biblioteca e dal Comune di Delia nelle persone di Giusi Leone e dell’assessore Piera Alaimo. Domani sera, in prossimità della Pasqua, sarà dato spazio e risalto alla Settimana Santa, alle due associazioni che la organizzano e ai lamentatori.

Come spiegato da Giusi Leone, “Il caffè letterario vuole promuovere la biblioteca come centro di ritrovo e informazione e permettere la conoscenza del territorio”. Il progetto è stato denominato “Voci e forme di una terra inquieta. Li rumura di la ciura” e si sta portando avanti un’analisi culturale, sociale, etnologica e antropolgica di Delia e della delianità.

E lo si fa con tre aspetti: “Li rumura di la ciura relativo a tutto ciò che attiene i luoghi, le origini, la storia; li rumura di la vucca e quindi tutto ciò che riguarda la tradizione orale e cioè ‘cunta’, filastrocche, proverbi, modi di dire, le Novene, l’Orioles; li rumura di lu cori e quindi sentimenti, moti dell’anima, passioni, fati che hanno colpito la comunità deliana”. Il tutto “Coinvolgendo la comunità in una duplice veste: ognuno può e deve essere spettatore e protagonista”.

Venendo al Caffè letterario di oggi, spiega Giusi Leone, “Si parlerà della Madrice, della sua storia, della sua valenza geografica, sociale, culturale e antropologica. Ed ecco quindi li rumura di la ciura. La Settimana Santa e i lamenti fanno parte del patrimonio culturale deliano ed ecco li rumura di la vucca. Infine li rumura di lu cori visto che si recita e canta la Passione di Cristo e vista la passione per Cristo di queste persone”.

Il programma prevede, tra le altre cose, una relazione sulla storia e la valenza sociale della settimana Santa, l’esibizione dei lamentatori che inoltre presenteranno il promo del cd e dvd che hanno realizzato in questi giorni e che sarà disponibile per la Settimana Santa.

Per l’assessore alla Cultura, Piera Alaimo, “Il caffè letterario è un’attività promossa dal Comune per cui la cultura e l’istruzione hanno un enorme valore. Rientra in un progetto più ampio di educazione alla lettura e all’ascolto che coinvolge anche la scuola. Tramite l’utilizzo di diversi canali, grazie alla sua natura multimediale e multidisciplinare, il Caffè letterario arriva meglio alla gente. La nostra intenzione è quella di promuovere Delia e i suoi bene materiali e immateriali. E vi preannuncio che stiamo lavorando per registrare tutto l’immenso patrimonio immateriale deliano. Settimana Santa e lamentatori sono due realtà che vogliamo valorizzare. Per quanto riguarda i Caffè letterari, visto il grande successo riscosso, abbiamo intenzione di renderlo un evento culturale permanente “.

Per il sindaco Gianfilippo Bancheri “È il terzo caffè letterario, un’iniziativa che ha riscosso molto successo perché tocca tematiche molto sentite. La stiamo portando avanti con la consapevolezza che avrebbe attirato l’attenzione sulla biblioteca affinchè venga maggiormente frequentata dalla comunità”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su