Tu sei qui
Home > Sport > Domani Canicattì – Raffadali. Funari: qui si respira calcio. Dirigenti e tifosi fantastici

Domani Canicattì – Raffadali. Funari: qui si respira calcio. Dirigenti e tifosi fantastici

Spesso e volentieri si esalta il potenziale offensivo del Canicattì capace di segnare 67 gol contando soltanto il campionato ma non va dimenticata la solidità difensiva dei biancorossi. Il portiere meno battuto di tutto il campionato con appena 12 gol subiti è Mattias Funari. Queste le sue parole: “Quella di domenica è la partita più importante della stagione. Ci stiamo preparando bene e veniamo da una prestazione importante a San Cataldo al di là del risultato che non conta. Sarà una guerra calcistica tra due grandi squadre. In caso di vittoria non sarà matematico il salto in Eccellenza ma ci giochiamo il campionato. Sarà un bivio importante, una partita di alto livello per i giocatori in campo e per il pubblico che ci sarà. Siamo pronti, carichi e concentrati. Abbiamo mille motivazioni, una delle più importanti sono i nostri tifosi che ci seguono sempre e macinano chilometri per questa maglia. La società poi è sempre molto presente e vicina. Mai vista una dirigenza così”.

È il tuo primo anno a Canicattì e in Sicilia ma hai capito quanto la città ci tenga a riconquistare l’Eccellenza? “Mi rendo conto – risponde Funari – che Canicattì non merita solo una promozione. L’Eccellenza sta stretta a questa città che vive e respira calcio. La passione si legge negli occhi dei tifosi. Regalare l’Eccellenza a questa città per me e per molti compagni sarebbe la soddisfazione calcistica più grande.

Come ti stai trovando a Canicattì? È l’anno e la piazza in cui mi sto trovando meglio. Mi sono trovato da subito benissimo con i compagni e la società fatta da gente che fa sacrifici per noi. Poi anche la città mi ha accolto benissimo. È proprio vero che in Sicilia la gente è gente di cuore. Vivo lontano da casa e per un giovane non è mai facile ma mi sto trovando benissimo e tutti mi stanno facendo sentire a casa. Ripeto, il Canicattì e la città di Canicattì non meritano l’Eccellenza ma anche più.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su