Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, lotta al randagismo: il sindaco emette un’ordinanza

Canicattì, lotta al randagismo: il sindaco emette un’ordinanza

Il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, ha emesso un’ordinanza per disporre la cattura immediata di cani randagi presenti sul territorio urbano.

“L’atto  si legge in una nota – si è reso necessario dopo le numerose segnalazioni pervenute da cittadini che hanno evidenziato la presenza di randagi pericolosi per l’incolumità degli abitanti”. Il capo della giunta comunale, quindi, è corso ai ripari dopo i quattro recenti casi di gente aggredita da cani randagi in viale della Vittoria e nei pressi della “Badia”.

“Le zone interessate  sono le vie Kennedy, Giudice Saetta, Carlo Alberto, largo Aosta e viale della Vittoria – avvisano dall’ente – Gli animali saranno catturati e, quindi, ricoverati nel rifugio sanitario comunale di contrada Calandra e, all’occorrenza, al rifugio ricovero di Siculiana dove verranno curati, puliti e mantenuti. Inoltre, dove occorra, si procederà alla sterilizzazione e microchippatura delle bestiole che non sono ancora state sottoposte ai suddetti trattamenti”.

Ad occuparsi del servizio è la ditta Panzica Angelo.

Dal comune fanno sapere che “gli animali catturati che non risulteranno iscritti all’anagrafe e non saranno reclamati da privati o da associazione protezionistiche o animaliste, rimarranno affidati al rifugio sanitario comunale”.

Una decisione quella del sindaco Di Ventura che punta anche a tranquillizzare i cittadini allarmati dopo i recenti casi di cronaca.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su