Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì a un passo dalla Zona Franca della Legalità

Canicattì a un passo dalla Zona Franca della Legalità

Ettore Di Ventura

Nelle prossime settimane giunta e del consiglio comunale dovranno approvare gli atti deliberativi per aderire alla Zona Franca della Legalità e poter così accedere ai bandi che l’Assessorato regionale sta predisponendo. E’ stato chiarito, stamattina, nel corso di  un incontro, nella sede dell’IRSAP di Caltanissetta, tra l’Assessore Regionale alle Attività produttive, Mariella Lo Bello, il Presidente del Tavolo Unico di Regia per lo Sviluppo e la Legalità, Pasqualetto, i Sindaci dei Comuni della Zona Franca per la Legalità e i relativi Presidenti dei Consigli Comunali, a cui è intervenuto anche Ettore Di Ventura.

Ma quali sono le agevolazioni previste dalla vigente normativa a favore degli insediamenti ubicati all’interno della Zona Franca per la Legalità?

“La concessione di agevolazioni in regime di de minimis per le start-up di impresa contributi in conto capitale fino all’80% dei costi ammissibili per investimenti nella misura massima di euro 200 mila euro – fanno sapere dell’Ente – la Concessione di agevolazioni in regime di de minimis per investimenti sul territorio con agevolazioni a fondo perduto fino al 75% dei costi ammissibili o un finanziamento agevolato per importi fino al 75% dei costi dell’investimento; realizzazione di piccole opere infrastrutturali che consentano di aumentare il livello di attrattività, garantendo maggiore sicurezza ed un presidio stabile dei fenomeni di criminalità organizzata; esonero totale, per i primi cinque anni, dal versamento di contributi da lavoro dipendente per i soli contratti a tempo indeterminato a favore dei residenti nella ZFL e altri vantaggi e agevolazioni fiscali”.

Si tratta, quindi, di una grande possibilità per la città di Canicattì.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su