Tu sei qui
Home > Sport > Calcio. Canicattì di rimonta, 4 – 1 al Ragusa. Semifinale molto vicina

Calcio. Canicattì di rimonta, 4 – 1 al Ragusa. Semifinale molto vicina

Il Canicattì batte 4 – 1 il Ragusa e ipoteca la semifinale di Coppa Italia di Promozione. E pensare che i primi venti minuti lasciavano presagire un copione diverso con i ragusani padroni del campo e Arena che colpisce due legni: un palo al 6′ e la traversa al 20′, entrambi con grandi soluzioni balistiche dalla distanza. In mezzo anche la super parata di Funari su colpo di testa Pellegrino. Poi Pirrotta suona la carica con un tiro dal limite che Alabiso non trattiene e sulla ribattuta Tarantino spara alto da pochi passi. Sembra che il Canicattì possa finalmente entrare in partita ma il difensore centrale Scribano recupera palla a centrocampo, destro improvviso e potente dai 30 metri e Funari è battuto. Vantaggio meritato per il Ragusa che però dura soltanto cinque minuti. Martino, solito motorino, si distende a destra, cross preciso e colpo di testa di precisione chirurgica per Tanio Falsone che trova il pari. Neanche due giri di lancette che il Canicattì ribalta il risultato con un cross dal fondo di Martino su cui è grossolano l’errore di Alabiso che si fa sorprendere sul primo palo. Il Ragusa è in bambola, accusa il terribile “uno – due”, barcolla e il Canicattì, sulle ali dell’entusiasmo, triplica con Pirrotta che, su angolo di Tarantino, vince il duello fisico con Scribano e di testa fulmina Alabiso. Nove minuti e il Canicattì trova tre gol. Ci si aspetta la reazione ospite, ma il secondo tempo è un monologo biancorosso. Al 5′ Alabiso salva sul colpo di testa a botta sicura di Falsone, al 9′ Martino di testa sfiora il gol, al 10′ Dosso stampa il pallone sulla traversa. Ci prova anche Cardinale, Alabiso con i piedi salva sulla linea una punizione di Settecase. Sciupa troppo il Canicattì ma al 45′ gli sforzi vengono premiati con la solita palla di geniale di Cardinale in verticale per Tarantino che, partito sul filo del fuorigioco, con un pallonetto beffa Alabiso. Un gol pesantissimo perché permette al Canicattì di ipotecare la semifinale. Ma occhio a distrarsi, si torna in campo tra sette giorni a Ragusa

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su