Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Palma di Montechiaro, l’omicidio di Nicolò Amato. Condanne ridotte in appello

Palma di Montechiaro, l’omicidio di Nicolò Amato. Condanne ridotte in appello

La corte d’assise d’appello ha condannato a 21 anni e sei mesi di reclusione Vincenzo Bonfanti, e a 21 anni il figlio Nicola, accusati di aver preso parte all’omicidio di Nicolò Amato e al ferimento del figlio Diego, a Palma di Montechiaro.

In precedenza ai due erano stati inflitti 30 e 27 anni.

L’agguato, che sarebbe stato deciso per vendicare alcuni contrasti di natura economica, scattò il 22 aprile del 2011.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su