Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Porto Empedocle > Italcementi, Cisl: “Un documento unitario per la rinascita”

Italcementi, Cisl: “Un documento unitario per la rinascita”

C’è attesa a Porto Empedocle per la riunione straordinaria del consiglio comunale sui problemi dello stabilimento Italcementi, in programma domani.

Intanto Cisl  e Filca Cisl esprimono soddisfazione e invitano “tutte le forze politiche, le associazioni, le forze economiche e sociali a conclusione del Consiglio comunale a sottoscrivere un documento unitario, di indirizzo che diventi il punto di partenza per la rinascita dell’area industriale a Porto Empedocle”.

“Come è noto da qualche anno la produzione dello stabilimento ha
subito un forte taglio con conseguenti licenziamenti, sia per i
dipendenti diretti che per i lavoratori dell’indotto che è
completamente scomparso – ricordano il Segretario Generale Filca Cisl, Franco Iudici ed il  Segretario Territoriale Cisl, Maurizio Saia – Le trattative sindacali sono state dure e frenetiche ed hanno ottenuto risposte in termini di salvaguardia del reddito di chi è uscito dal ciclo produttivo”.

I sindacalisti ritengono che “ancora molto si possa fare, l’accordo siglato nei giorni scorsi con l’azienda proroga le aspettative di rioccupazione
fino al 31 dicembre 2018, infatti l’Italcementi si è impegnata nel
caso di dismissioni dell’area o di cessione parziale di prevedere
negli accordi con le nuove attività produttive il reinserimento
lavorativo del personale ex dipendente”.

“Il risultato ci soddisfa parzialmente – aggiungono – adesso dobbiamo passare alla fase che preveda una proposta seria e vantaggiosa per tutta la comunità Empedoclina. Il consiglio comunale straordinario, potrà essere l’inizio di un percorso che possa trovare una convergenza che vada oltre gli steccati della diatriba politica, mettendo insieme le forze sane
della città e definire con chiarezza la destinazione d’uso dell’area
Italcementi e la ricaduta economico-sociale in favore di Porto
Empedocle. La gestione e pianificazione del territorio, la progettazione dello spazio urbano,le sue modificazioni, gli aspetti relativi alle
componenti di carattere ambientale quali aria, acqua, rumore,
geologia e rifiuti sono di esclusiva competenza dell’amministrazione
comunale che – concludono – dovrà rafforzare attraverso progetti e proposte la
sovranità del territorio”.

 

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su