Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento montana > Cammarata, la psicosi aggressioni viaggia sui social. I carabinieri smentiscono e invitano a non creare allarmismi

Cammarata, la psicosi aggressioni viaggia sui social. I carabinieri smentiscono e invitano a non creare allarmismi

I Carabinieri della Compagnia di Cammarata, nelle scorse notti, hanno intensificato i servizi di pattugliamento nel quartiere di San Vito con l’intento di verificare diverse segnalazioni su Facebook e Whatsapp che parlavano di una coppia di picchiatori notturni incappucciati pronti ad infierire su giovani ed anziani.

La notizia, corredata da elementi macabri, si è diffusa rapidamente sul web su cui è stato specificato che gli aggressori erano due giovani del posto di cui sono state pubblicate anche le foto.

I Carabinieri, che non avevano registrato formali denunce in Caserma, hanno verificato ogni singolo elemento, acquisendo informazioni da giovanissimi del luogo che, tutti solo per sentito dire, raccontavano di accadimenti fantasiosi che per dettagli e particolari ricordavano storie tratte da leggende urbane.

I militari hanno appurato che, “complici alcune coincidenze e bizzarre fotografie postate sui profili personali Facebook, singoli fatti puramente casuali, ordinari e disgiunti tra loro, accaduti realmente, hanno mutato conformazione trasformandosi, nel web, in storie degne di un film dell’horror” e hanno accertato l’infondatezza dei fatti raccontati.

I Carabinieri raccomandano “un uso più oculato dei social network ed una pronta segnalazione, anche dei fatti semplicemente “curiosi”, alla locale centrale operativa attiva 24 ore su 24 allo 0922-900369”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su