Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì. Conferenza della giunta a sei mesi dall’insediamento. Di Ventura: “bilancio sicuramente positivo”

Canicattì. Conferenza della giunta a sei mesi dall’insediamento. Di Ventura: “bilancio sicuramente positivo”

Pomeriggio, all’interno della sala giunta del Comune di Canicattì, si è svolta una conferenza stampa alla presenza dell’intera giunta comunale capitanata dal sindaco, Ettore Di Ventura, per fare un bilancio dei primi sei mesi di amministrazione. Il primo cittadino ha parlato di “Bilancio sicuramente positivo” chiudendo il suo intervento sottolineando come “Abbiamo lavorato tanto e duramente e le critiche che ogni tanto riceviamo non sono rispettose nei confronti del lavoro che facciamo con dedizione e abnegazione”. Di Ventura ha spiegato che: “La situazione che abbiamo trovato non era facile, non solo da un punto di vista economico – finanziario, ma anche sul fronte organizzativo, della macchina burocratica. Per questo abbiamo provveduto a riorganizzare gli uffici perché uffici, dirigenti e personale sono il braccio esecutivo della giunta. La situazione economica non era e non è florida. Non abbiamo trovato un bilancio e questo ci ha negato qualsiasi possibilità di spesa sia per gestire l’ordinario che lo straordinario. Abbiamo dovuto far fronte a tante emergenze. In estate quella dei rifiuti gestita egregiamente e con tempismo. Così, mentre altri Comuni erano letteralmente sommersi dai rifiuti, da noi il problema è durato solo qualche giorno. L’emergenza scuola che ci ha portato a chiudere la Rapisardi e la La Carrubba con oltre 650 bambini. Anche questa è stata risolta rapidamente vista l’eccezionalità e delicatezza della situazione. Abbiamo liberato gli uffici di via Allende spostando gli uffici demografici nell’ex convento della Badia. Un sito con utilizzo vincolato come ‘centro studi per la legalità’, anche se in realtà è stato utilizzato per altro. Abbiamo ottenuto dalla Regione di modificare temporaneamente la destinazione d’uso. E, siccome teniamo alla legalità,  ne abbiamo costituito l’osservatorio.  Da non dimenticare l’emergenza neve. Insomma affrontiamo e risolviamo problemi e lo abbiamo dimostrato. Inoltre la programmazione che abbiamo fatto darà frutti nei prossimi mesi. Ad esempio con il rifugio sanitario per contrastare il randagismo; la rivisitazione di tanti regolamenti superati dalle norme e dal tempo; iniziative sociali come il sostegno ai disabili grazie alle borse lavoro; la rivisitazione di tanti progetti come la torre dell’orologio”. Aspetti che comunque ogni assessore ha poi approfondito a seconda del ramo di competenza nel corso della conferenza stampa.

Sulla situazione economica ha relazionato l’assessore al ramo, Tommaso Vergopia, che ha evidenziato come ci siano circa 20 milioni di euro di debiti e tanti fattori di criticità rilevati dall’insediamento come la riscossione deficitaria che si attesta al 40%; la riscossione coattiva totalmente inesistente; controlli carenti; personale non formato. Insomma un “quadro estremamente critico e di assoluto disordine”. Per questo è stato riorganizzato l’ufficio tributi “cercando di ovviare alle carenze”, è stato fatto un “censimento dei beni comunali per una possibile alienazione o valorizzazione”. Inoltre “saranno nominati dei responsabili per settore per dividere le responsabilità e promuovere una maggiore specificità e competenza nonché maggiori controlli”. Ed ancora sono stati rivisti i contratti per abbassare i costi delle utenze, come luce, telefonia, ecc.

Passiamo all’assessore Enzo Di Natali secondo cui “Il paese versava in condizioni penose e indecorose e la periferia era totalmente abbandonata. Come spiegato dal sindaco, abbiamo affrontato egregiamente l’emergenza rifiuti. Si è verificata la necessità di derattizzare e disinfestare il paese e lo abbiamo fatto. Abbiamo notato una totale assenza di programmazione nella gestione degli operatori e quindi abbiamo provveduto a ottimizzare il nostro personale. Abbiamo realizzato il rifugio sanitario per animali; formato i docenti per intervenire quando i nostri ragazzi hanno crisi diabetiche; lavoriamo per diminuire e debellare la piaga della dispersione scolastica; abbiamo rimesso in piedi un ufficio di Protezione civile per contrastare tutte le emergenze come quella neve di inizio anno. Penso di poter dire che abbiamo acquisito mentalità, preparazione e esperienza per superare i problemi che si presenteranno”

Davide Lalicata ha evidenziato come  “In passato tantissimi fondi sono rimasti inutilizzati. L’obiettivo nostro, in un periodo di ristrettezze economiche e riduzioni dei trasferimenti, è quello di sfruttarli al massimo. Non si possono perdere queste opportunità”. Nel suo intervento è stato spiegato come i “Fondi Pac per l’infanzia” sono stati praticamente inutilizzati con un impiego di 900 euro in un fondo da 400.000 euro che sono tornati indietro. “Ci siamo attivati per recuperarli e ottenuto 600.000 euro nel secondo riparto” per sostenere economicamente l’asilo nido. È stato promosso il “Sostegno all’Inclusione Attiva per immettere nel mondo del lavoro tante persone; abbiamo nominato gli assistenti all’autonomia e comunicazione per i bambini disabili. Lo abbiamo fatto con le borse lavoro ma abbiamo stanziato per il futuro 90.000 euro dai fondi comunali. Lunedì partirà l’aiuto domestico agli anziani e entro 30 giorni le borse lavoro per servizi generici. Abbiamo erogato tanti buoni spesa adesso in esaurimento ma stiamo vagliando convenzioni con enti vari per venire incontro alle esigenze delle persone bisognose. Del bonus idrico sono stati impiegati solo 7.500 euro su 100.000 euro di fondi perché il regolamento è troppo restrittivo. Allora lo modificheremo allargando la fascia. Infine è stato istituito il tavolo permanente per l’agricoltura da cui nascerà una consulta”.

Massimo Muratore ha spiegato che “La III direzione è stata suddivisa in due posizioni organizzative per un maggiore efficientamento. Si sta lavorando  allo Sportello unico per l’edilizia, al Piano Regolatore Generale da inviare al consiglio comunale, alla riapertura della piscina comunale limitandone i costi di gestione. Da non dimenticare il cantiere San Domenico che prevede la realizzazione di una biblioteca comunale. E ancora il dialogo con l’Anas per la gestione, sistemazione e ristrutturazione di due importanti cavalcavia che collegano con le contrade Serra Puleri e Colonia”. Quindi sono state menzionate tutte le vie e piazze interessate da possibili opere per cui si sta provando a intercettare finanziamenti per realizzare i vari progetti. Per quanto concerne il cimitero si sta procedendo alla “Digitalizzazione degli archivi, ad intervenire sulla parte monumentale, alla modifica del regolamento di Polizia mortuaria. Inoltre sono allo stadio nuove modalità di tumulazione e stiamo mettendo mano al progetto di ampliamento del cimitero”.

Chiusura per l’assessore Katia Farrauto che ha presentato le iniziative culturali portate avanti in questi mesi, come il programma natalizio e le presentazioni di libri. Iniziative che domani proseguiranno al teatro sociale con una manifestazione sulla Shoah. Quindi ha aggiunto: “Ci vogliono grandi progetti per valorizzare il territorio e i prodotti tipici e stimolare il turismo”: Quindi un appello ai cittadini affinchè abbiano “Rispetto per Canicattì, un rispetto che passa dal pagamento delle tasse perché solo così si possono garantire servizi”.

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su