Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Ravanusa. I lavoratori della Dedalo Ambiente protestano per il mancato salario e la sicurezza sul lavoro

Ravanusa. I lavoratori della Dedalo Ambiente protestano per il mancato salario e la sicurezza sul lavoro

dedalo-ambienteLa Confael – Confederazione Autonoma Europea dei Lavoratori – mercoledì, a seguito di un confronto con i lavoratori impegnati nella raccolta e smaltimento rifiuti di Ravanusa, ha incontrato i vertici della Dedalo Ambiente e il vice sindaco lamentando il “ritardo del pagamento alle maestranze dello stipendio del mese di ottobre e richiedendo nel contempo chiarimenti circa i frequenti ritardi nella corresponsione del salario”.

La Dedalo Ambiente ha spiegato che “non può ottemperare al pagamento delle mensilità in assenza della regolarità dei versamenti delle somme di competenza da parte del Comune di Ravanusa” con il vice sindaco che ha informato dell’imminente finanziamento di una cospicua somma da parte del Ministero degli interni.

La Confael, rappresentata dal segretario Manlio Cardella, dal canto suo ha precisato che “nelle more di ciò, ove il Comune dovesse chiedere delle anticipazioni bancarie di cassa per far fronte al pagamento degli stipendi dei dipendenti comunali, tale richiesta non potrà che essere comprensiva anche delle somme da versare a Dedalo Ambiente per la copertura salariale del mese di ottobre di spettanza del personale in comando presso il Comune di Ravanusa”.

Inoltre è stata esposta inoltre la “problematica della sicurezza nei luoghi di lavoro, dei mezzi di trasporto, dei DPI, della formazione e dei relativi aggiornamenti alle maestranze e agli addetti del SPP”. Su tali questioni – si legge nella nota della confederazione – “si rimane in attesa di un confronto di merito alla luce di quanto previsto oltre che dal D.Lgs. n.81\08 e ss.mm.ii anche dai contratti e regolamenti in essere tra il Comune di Ravanusa e la Società Dedalo Ambiente circa le rispettive responsabilità oggettive e soggettive in materia”.

La Confael “ha informato anche la Prefettura di tale situazione precisando al Comune di Ravanusa ed alla DEDALO Ambiente che in assenza di risposte concrete ed immediate i lavoratori saranno costretti a ricorrere all’esercizio del diritto di sciopero, nei modi e nelle forme previste dalle vigenti norme di legge e di contratto in materia di servizi pubblici”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su